La clessidra

clessidraLa clessidra è uno strumento antichissimo per la misurazione del tempo e ormai da secoli è stata sostituita dall’orologio ma… con i bambini può essere divertente costruirne una e avvicinarli, nel frattempo, alle attività di premisura del tempo.

Per chi???

Per bambini dai 5 anni

Occorrente:

  • 2 bottiglie di plastica (da 1,5 l o 2l)
  • sabbia
  • scotch

bottiglieProcedimento:

Per costruire la clessidra occorre pochissimo tempo e il procedimento è semplicissimo! Ecco come fare… Fate riempire una delle due bottiglie con la sabbia fino a 3-4 cm dall’orlo e poi fate posizionare ai bambini l’altra bottiglia sopra la prima in modo che i due fori combacino; infine unite i colli delle bottiglie tra loro con abbondante scotch (meglio ancora se usate quello da pacchi). Ora la clessidra è pronta!

Riflessioni e spunti didattici:

La clessidra è un utile strumento per le attività di premisura del tempo da fare con i bambini poiché, ovviamente, loro sono consapevoli dello scorrere del tempo.

Senza sapere quanto misura la clessidra da voi creata potete stimolare i bimbi a “cronometrare” alcuni momenti ed eventi: al posto che chiedere quanti minuti occorrono per un’attività potete chiedere quante volte è necessario girare la clessidra. Presto però i bambini si renderanno conto che la clessidra è un’unità di misura troppo grande (specie se usate le bottiglie da 2l) per misurare alcuni momenti… servono infatti dei sottomultipli! Chiedete quindi loro quale strategia si potrebbe adottare per riuscire a cogliere quante clessidre sono effettivamente occorse, senza approssimare troppo (un po’ è necessario) per eccesso o difetto. Io vi suggerisco per esempio di segnare delle tacche sulla clessidra e poi di tenere a portata di mano un pennarello e segnare un puntino sulla bottiglia nel momento in cui termina l’azione da misurare, in modo tale da poter dire che sono occorse, ad esempio, 3 clessidre e 3 tacche.

Successivamente stimolate i bambini ad arrivare ad avere l’esigenza di usare un’unità di misura universale. L’uso delle clessidre fai da te, infatti, è utile come approccio iniziale alla misurazione del tempo, ma poi occorre passare all’uso di minuti e secondi. Fate costruire clessidre diverse (es. con bottiglie da 0,5l; 1,5l; 2l) e poi con esse misurate uno stesso evento: risulteranno 3 misurazioni diverse (che non sono reciprocamente una multipla dell’altra come nel caso di ore e minuti) e… i bambini appariranno, giustamente, un po’ confusi… è a questo punto, quindi, che voi dovete spiegare l’importanza dell’utilizzo di unità di misura univoche per avere un risultato uguale per tutti, ovvero i minuti con i loro multipli e sottomultipli!

Annunci
Categorie: Fisica, Ricilco | Tag: | Lascia un commento

Navigazione articolo

Cosa ne pensi???

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: