Il sapone fai da te!!

saponetteSe siete in lotta perenne con bimbi “allergici” alla doccia oppure se volete parlare di igiene e pulizia con loro o, ancora, se cercate un argomento stimolante di “chimica” o di ecologia… bhè… io allora vi suggerisco di realizzare insieme a loro il sapone!! In fondo esso è un oggetto che i bambini, fin dalla nascita conoscono bene, lo usano tutti i giorni (spesso mal volentieri) ma di cui sanno davvero poco. E allora perché non fare finalmente la sua conoscenza?

Di seguito vi spiegherò il procedimento per realizzare sia il sapone “tradizionale” che le saponette trasparenti. Per quanto riguarda il primo ho scelto la versione con la lisciva e senza soda caustica. Ho fatto questa scelta perché, siccome lo spirito del blog è far partecipare attivamente i bambini, è meglio evitare di far maneggiare loro una sostanza molto pericolosa o farli solo assistere mentre noi facciamo “la parte più bella”.

Comunque qui di seguito vi riporto il link ad una ricetta classica, cioè con la soda caustica.

Il sapone “tradizionale”

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Per chi???

Questa attività è adatta a bambini a partire dai 7 anni.

Occorrente:

  • 5 litri di acqua
  • 1 kg di cenere
  • 750 ml di olio di oliva
  • 50 g di amido
  • profumi ed essenze a piacere
  • 2 pentole capienti e un cucchiaio lungo per mescolare
  • fornello
  • un panno
  • un secchio
  • stampi (tipo quelli per tagliare i biscotti) e formine (es. quelle per i muffin o anche vaschette di plastica)

Procedimento:

Frugando su youtube ho trovato questo breve video che sintetizza bene tutti i passaggi… forse è un po’ veloce… ma tanto lo potete stoppare e rivedere all’infinito!

Il sapone trasparente

OLYMPUS DIGITAL CAMERAAvete presente quelle belle saponette colorate che si vendono in profumeria, al supermercato o al mercato, di tutte le forme e grandezze ma… trasparenti? …realizzarle con i vostri bambini è semplicissimo, ecco come fare…

Per chi???

Questo tipo di ricetta è adatta a bambini dai 5/6 anni

Occorrente:

  • 2 pentole e una cucchiaio lungo pe mescolare
  • fornello
  • glicerina in pezzi
  • stampini o vaschette di plastica
  • alcool
  • essenze e profumi a piacere
  • coloranti atossici (es. quelli alimentari o spezie come curry, zafferano o cacao)

Procedimento:

Aiutate i bambini a tagliare a pezzi la glicerina, poi mettetela in una pentola e scioglietela a bagnomaria; una volta sciolta coloratela con i colori alimentari o sciogliendovi dentro le spezie e poi versatevi l’essenza che più piace ai vostri piccoli; ricordatevi di mescolare molto bene!! Ricoprite gli stampini o le vaschette con uno strato di alcool per evitare la formazione di bolle nelle vostre saponette e poi versatevi dentro la glicerina sciolta; infine spuzzatevi sopra ancora un pochino di alcool.

Lasciate riposare gli stampini fino a quando la glicerina si risolidifica e poi… le vostre saponette trasparenti saranno pronte!!

Suggerimenti:

saponeSe per caso non avete i pirottini dei muffin niente paura!! Le vostre saponette verranno comunque belle, anzi… di più!! Potete usare delle semplici vaschette di plastica (es. quella del philadelphia) e poi, una volta che il sapone è stagionato, potete farlo tagliare ai bambini con i coppa pasta dei biscotti a forma di farfalla, cuore, fiore… e tutti quelli che avete!! Oppure potete mettere il sapone a solidificare nelle formine da spiaggia… che di sicuro non vi mancheranno!

!  Alcune delle riflessioni didattiche che seguono sono adatte solo dai 10 anni…OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Riflessioni e spunti didattici:

OLYMPUS DIGITAL CAMERAPartiamo dalla ambiente… il sapone fatto in casa è amico del nostro pianeta! Perché? In un discorso relativo all’ecosostenibilità potete spiegare ai bambini che il sapone da loro prodotto è realizzato con sostanze biodegradabili e non tossiche, che non ha costi (sia monetari che ambientali) di trasporto ed imballaggio e le materie prime con cui è realizzato sono naturali. Vi sembra poco??

Sicuramente qualche bambino vi chiederà perché per lavarsi non basta solo l’acqua oppure perché il sapone pulisce… niente panico!! E’ possibile dare una risposta abbastanza semplice che quasi sicuramente convincerà anche il più scettico. Lo sporco che si appiccica sulla pelle è costituito da particelle grasse e polverose che sono indifferenti all’acqua, ovvero non si legano ad essa per essere tolte. Il sapone invece contiene una componente grassa (nel nostro sapone fai da te è data dall’olio) che si attacca alle particelle di sporco, ovvero ad altri grassi (grasso che ama altro grasso!); inoltre un’alta parte delle particelle del sapone ama l’acqua e per questo quando essa scorre si porta via il sapone che si è agganciato a sua volta allo sporco. Potremmo dire che il sapone fa da intermediario tra lo sporco e l’acqua. Penso che dopo questa spiegazione sarà difficile togliere i più piccoli da sottOLYMPUS DIGITAL CAMERAo la doccia… a meno che non gli dispiaccia finire o consumare il sapone creato da loro!

Ai più curiosi potete raccontare la storia del sapone.

Annunci
Categorie: Chimica | Tag: , , , | 5 commenti

Navigazione articolo

5 pensieri su “Il sapone fai da te!!

  1. E’ un’idea geniale, complimenti! ;D
    Ti ho nominato per il Liebster Award http://elrien87.wordpress.com/2014/02/07/liebster-award/ spero possa farti piacere 😉

Cosa ne pensi???

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: